Reati contestati

i reati di associazione di tipo mafioso ed estorsioni, consumate e tentate, con l’aggravante di aver commesso il fatto al fine di agevolare l’attività mafiosa

e di essersi avvalsi della forza di intimidazione del vincolo associativo e della condizione di assoggettamento e di omertà che ne deriva.

L’intento e l’obiettivo principale

 Intento di colpire i cospicui patrimoni illeciti – nell’intento di neutralizzarne l’impatto sul tessuto socio-economico

E anche  di scardinare quella rete di omertà e connivenza grazie alla quale, ancora oggi, l’associazione mafiosa fornisce supporto alla latitanza di suoi esponenti di spicco.

Chi sono gli interessati e a chi fanno capo

Operazione per colpire il mandamento mafioso palermitano di Pagliarelli cosa nostra dei membri della famiglia mafiosa di Rocca Mezzomonreale.

Articolo in forma integrale da leggere sul Quotidiano d’Italia

ultimi articoli del giornale


24 GENNAIO 2023

Palermo, Riesi (CL) e Rimini e la bambola con proiettile in fronte

23 GENNAIO 2023

Matteo Messina Denaro: arriva l’arresto di Andrea Bonafede

23 GENNAIO 2023

La storia vera de “La Belva Giudea”

23 GENNAIO 2023

Villanova d’Asti, arrestati due astigiani, autori di 47 furti

23 GENNAIO 2023

Porto Valtravaglia (VA), “un fiume di veleno” scoperto dai Carabinieri Forestali

1 comment